Sportello-Energia (Sportello meno energia)

Vai ai contenuti

Menu principale:

Contabilizzazione nei condomini

FINANZIAMENTI REGIONALI E OBBLIGHI DI TERMOREGOLAZIONE INDIVIDUALE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE NEI CONDOMINI DELLA REGIONE PIEMONTE


Di seguito è visualizzato il volantino che potete scaricare QUI (196 kb - formato PDF)". Vi invitiamo a diffonderlo e a farlo conoscere al vostro amministratore di condominio.
Maggiori dettagli sono riportati nella sezione di pagina inferiore e nella pagina dedicata alle FAQ.

 

La delibera  di giunta regionale della Regione Piemonte D.G.R. 4 agosto 2009, n. 46-11968  , al punto 1.4.17,  imponeva entro il 1° settembre 2012 che, in tutti gli edifici ad uso residenziale collettivo, con impianto di riscaldamento centralizzato, debbano essere installati, ove tecnicamente possibile, dispositivi per la termoregolazione e la contabilizzazione del calore per singola unità abitativa. La delibera regionale D.G.R. 27 Aprile 2012, n. 85-3795 pubblicato sul  Bollettino Ufficiale n. 19 del 10 / 05 / 2012 rimanda ufficialmente la scadenza dell'obbligo di installazione delle valvole termostatiche e dei contabilizzatori di calore dal 1° settembre 2012 al 1° settembre 2014
La legge regionale 23/02 (riveduta e modificata a marzo 2013) consente di usufruire di contributi in conto interessi a copertura totale degli oneri finanziari per finanziamenti (a tasso fisso e della durata di 7 anni) erogati da banche convenzionate con FinPiemonte.. In pratica, si tratta di finanziamenti a tasso zero della durata di 7 anni che coprono vari interventi di risparmio energetico in edifci  esistenti.  Compresi tra gli interventi finanziabili, vi è l'installazione  di sistemi automatizzati di termoregolazione (valvole termostatiche) e contabilizzazione del calore, purchè la delibera di benestare al finanziamento,da parte di FINPIEMONTE sia antecedente alla data di scadenza del 1° settembre 2014.  I tempi di erogazionen medi sono dim circa 3/4 mesi dalla presentazione della domanda.

Grazie al rispamio medio annuo del 20-25% sui costi di riscaldamento,   il tempo di ritorno dell'investimento (senza finanziamento) è in media di 3-4 anni, in condomini di caratteristiche medie, con età superiore ai 15-20 anni.
Con il finanziamento, a parità di condizioni , l'intervento risulta  praticamente a "costo zero" per gli utenti condominiali, perchè sommando anche la detrazione del 36% (aumentata a 50 % fino al 31 dicembre 2013 e con probabile proroga fino a fine 2014) il tempo di ritorno dell'investimento è inferiore ad un anno. Gli utenti del condominio possono avere l
'installazione dei dispositivi di termoregolazione e contabilizzazione del calore SENZA ALCUN ESBORSO DI DENARO!!
L 'importo ottenuto in prestito verrà restituito in un tempo piu' lungo di quello necessario a ripagare l'investimento e il risparmio ottenibile con l'installazione delle termovalvole sarà ampiamente sufficiente a ripagare le rate del prestito.


ESEMPIO DI TABELLA DI CONFRONTO PER ALLOGGIO IN CONDOMINIO CON COSTO MEDIO DI INSTALLAZIONE DI  1000 € (6 radiatori) E SPESA PER RISCALDAMENTO DI 850€/anno


Se desiderate fare una simulazione per il vostro condominio potete  scaricare il foglio EXCEL  dedicato nell'  "Area Download"
Per ricevere un'offerta dedicata potete inviare il file compilato, via mail ( info < at > sportello-energia.it)


Il nostro studio è in grado di supportarVi nelle pratiche necessarie per accedere a questi finanziamenti, che richiedono, tra i documenti la redazione di una relazione tecnico-economica sottoscritta da professionista abilitato.

Riportiamo brevemente le procedure da seguire per poter accedere ai finanziamenti

  • Gli interventi si configurano come manutenzione ordinaria, pertanto non occorrono comunicazioni preliminari di inizio attività all'ufficio edilizia privata del Comune di appartenenza.

  • Fornire delibera dell'assemblea di condominio, sottoscritta dai condomini presenti, che approvano gli interventi e che autorizzano l'amministratore alla presentazione della domanda di accesso alla agevolazione del presente bando reagionale.  Si ricorda che, in base all'art.26 comma 5 della legge 10/91, per l'approvazione di questa tipologia di attività è richiesta l'approvazione della  maggioranza dei presenti, senza riferimento ai millesimi condominiali rappresentati

  • Acquisire preventivi dettagliati per i lavori (attenzione sono ammissibili esclusivamente gli interventi avviati dopo la presentazione della domanda di contributo.).

  • Procurarsi documentazione fotografica che sia illustrativa degli interventi (se è significativa per il tipo di intervento) e i consumi di combustibile per il riscaldamento (possibilmente degli ultimi 3 anni).

  • Procurarsi planimetrie dell'immobile per eseguire la  certificazione energetica globale dell'edificio (il costo è finanziabile entro il limite del 10% del totale degli altri costi).

  • La domanda viene da noi compilata, a nome dell'amministrratore,  collegandosi on-line al sito www.finpiemonte.info

  • I dati da fornire in fase di compilazione della domanda on-line sono: estremi di un documento di identità del soggetto richiedente, dati fiscali, importo richiesto, dati catastali immobile, estremi bancari (preferibilmente in appoggio a banca convenzionata), tempistica di inizio e fine lavori prevista).

  • Entro 5 giorni dalla domanda on-line, occorre inviare la  conferma cartacea sottoscritta (avviso A/R),  allegando tutti i documenti che abbiamo riassunto in apposita voce delle FAQ

  • A fine lavori, occorrerà poi inviare, a Finpiemonte,  documentazione delle fatture pagate e dei relativi bonifici

  • Trasmettere comunicazione al Comune di appartenenza, di avvenuta installazione dei dispositivi di termoregolazione e contabilizzazione  nel condominio, come richiesto dalla DGR.


Torna ai contenuti | Torna al menu